Pazienti affetti da HIV a rischio di malattie cardiache e renali: studio

I risultati hanno mostrato che i rischi di malattie cardiovascolari e renali croniche nelle persone con infezione da HIV si verificano contemporaneamente.

I pazienti affetti da HIV possono anche essere a maggior rischio di sviluppare malattie cardiache e renali, trova uno studio che spinge i medici ad essere più consapevoli dei rischi aggiuntivi associati all'infezione da virus dell'immunodeficienza umana. I risultati hanno mostrato che i rischi di malattie cardiovascolari e renali croniche nelle persone con infezione da HIV si verificano contemporaneamente. "La nostra ricerca ha rilevato che le persone con HIV ad alto rischio di malattie cardiovascolari avevano un corrispondente aumento di 5,63 volte il rischio di malattia renale cronica, un risultato non coerente con la comunità generale", ha dichiarato Mark Boyd, professore presso l'Università di Adelaide. "È meraviglioso che i farmaci anti-HIV siano stati in grado di salvare la vita di così tanti, quello che dobbiamo fare ora è aiutare le persone con HIV a realizzare il pieno potenziale della loro prolungata aspettativa di vita", ha aggiunto Boyd.

Boyd ha dichiarato: "C'è stata una mancanza di attenzione alla gestione delle malattie cardiovascolari nelle persone che vivono con l'HIV. Sfortunatamente, questo ha implicazioni per altre malattie e l'interazione tra le malattie crea notevoli rischi per futuri eventi potenzialmente letali. "Per lo studio, pubblicato sulla rivista Medicina PLOS, il team ha esaminato oltre 1.400 persone che sono state trattate per l'HIV e diagnosticate con malattia renale cronica. Di questi oltre 900 hanno avuto un evento di malattia cardiovascolare. Quasi l'11% di questi pazienti aveva avuto esperienza sia di malattie renali croniche che di malattie cardiovascolari, con molti di questi eventi che si verificano a distanza di un anno, hanno detto i ricercatori. Leggi qui HIV: il nuovo disegno sperimentale del vaccino mostra speranza

La ricerca ha sottolineato che i rischi per le malattie renali cardiovascolari e croniche nelle persone con HIV dovrebbero essere valutati insieme. "Invitiamo fortemente sia le persone con HIV che i loro medici a essere consapevoli di questi rischi e a trattarli come un problema di assistenza sanitaria combinata, non separatamente", ha detto Boyd. L'uso di marijuana può portare a disfunzioni cognitive in alcuni pazienti HIV

Guarda il video: Aspirina per la prevenzione cardiovascolare e i tumori

Loading...

Pubblica Il Tuo Commento