Il ciclismo non danneggerà la vita sessuale degli uomini, dice un nuovo studio

Un nuovo studio contraddice i risultati di quelli precedenti, secondo i quali il ciclismo ha danneggiato la vita sessuale degli uomini.

È venuto fuori, il ciclismo non fa arrabbiare i tuoi ciarlatani.

In una nuova relazione, i ricercatori hanno scoperto che, contrariamente ad alcuni studi precedenti, né il ciclismo ricreativo né quello intenso sembrano avere un impatto negativo sulla funzione sessuale e urinaria degli uomini.

"Questo è il più grande studio comparativo fino ad oggi, esplorando le associazioni di caratteristiche ciclistiche, ciclistiche e stradali con la funzione sessuale e urinaria utilizzando questionari validati", ha spiegato l'investigatore capo Benjamin Breyer dell'Università della California-San Francisco.

Breyer ha osservato che i risultati saranno incoraggianti per i ciclisti. "La bicicletta offre enormi benefici cardiovascolari ed è a basso impatto sulle articolazioni. Riteniamo che i benefici per la salute di cui godono i ciclisti che cavalcano in sicurezza superino i rischi per la salute ".

In questo studio multinazionale una sezione trasversale di tre gruppi atletici - ciclisti, nuotatori e corridori - è stata esaminata utilizzando le pubblicità di Facebook e il coinvolgimento dei club sportivi per gli atleti. I partecipanti includevano 2.774 ciclisti, 539 nuotatori e 789 corridori.

I partecipanti hanno compilato questionari convalidati, tra cui l'inventario dell'integrità sessuale maschile (SHIM), il punteggio sintomatologico prostatico internazionale (I-PSS) e l'indice dei sintomi della prostatite cronica dell'Istituto nazionale (NIH-CPSI), nonché domande sulle infezioni del tratto urinario ( UTI), stenosi uretrali, intorpidimento genitale e piaghe da sella.

Oltre ai confronti tra attività atletiche simili con e senza pressione perineale, i ricercatori hanno esaminato come l'intensità del ciclo, la configurazione della bicicletta e persino le condizioni della strada potrebbero avere un impatto sulle funzioni sessuali e urinarie.

In generale, rispetto ai nuotatori e ai corridori, la salute sessuale e urinaria dei ciclisti era paragonabile, sebbene alcuni ciclisti fossero più inclini alle stenosi uretrali. È interessante notare che i ciclisti ad alta intensità avevano punteggi di funzione erettile complessivamente migliori rispetto ai ciclisti a bassa intensità.

Né la bicicletta né le caratteristiche della strada sembravano avere un impatto negativo sui ciclisti. In piedi più del 20% del tempo durante il ciclismo, ha ridotto significativamente le probabilità di intorpidimento genitale. La regolazione dell'altezza del manubrio inferiore all'altezza della sella ha aumentato la probabilità di intorpidimento genitale e piaghe da sella.

"Il confronto tra gli atleti campionati in modo simile con strumenti validati è ciò che questo studio aggiunge alla letteratura", ha affermato Breyer. "Stiamo osservando più da vicino coloro che hanno riferito di intorpidimento per vedere se questo è un predittore di problemi futuri."

La ricerca appare nel Journal of Urology.

Guarda il video: Stare Into The Lights My Pretties

Loading...

Pubblica Il Tuo Commento